Cosa fare a Roma? Le migliori attrazioni della capitale d’Italia

Roma è senza dubbio una delle città più belle d’Italia, ricca di storia, cultura e di vita. Ogni giorno sono milioni i turisti provenienti da tutto il mondo decisi a scoprire le meraviglie della nostra capitale. Talmente grande, che scegliere cosa fare a Roma non è così scontato! La sua storia millenaria, con le sue relative leggende e aneddoti, lascia dietro di sé opere, luoghi e paesaggi straordinari. La grande epopea del suo popolo, termina però fuori dai nostri confini giungendo fino a Costantinopoli (odierna Istanbul), città che a sua volta segnerà per sempre il destino dell’Europa e di parte dell’Asia. Se non hai mai visto Istanbul, invogliati leggendo Cosa Vedere A Istanbul In 3 Giorni, così da pianificare una possibile metà per il tuo prossimo viaggio!

Sono moltissime le cose da fare e da vedere a Roma e vedremo io e te insieme le attrazioni principali della capitale. Partiremo dal simbolo legato a doppio filo a Roma, il Colosseo e arriveremo un po’ ovunque, per non lasciare niente indietro.

Quindi siamo pronti per vedere cosa fare e cosa vedere a Roma!

Colosseo

Partiamo dal simbolo di Roma e direi anche dell’Italia intera, il Colosseo. Inserito nella lista delle Nuove sette meraviglie del mondo, ne è anche l’unico monumento europeo!

L’Amphitheatrum Flavium (Anfiteatro Flavio) è il più grande anfiteatro romano del mondo, nonché la più importante testimonianza architettonica dell’antica Roma giunta a noi. Immenso, imponente, svettava tra le piccole abitazioni del tempo, così da aggiudicarsi il soprannome di “Colossale”, aggettivo che nel Medioevo rimpiazzò il nome originale di Anfiteatro Flavio.

Colosseo
La costruzione del Colosseo risale al 70-80 d.C.

Gli spettacoli più amati dal popolo erano fondamentalmente due: le Venationes, cacce e lotte tra animale e uomo e il gioco più amato dal popolo romano, le gare mortali dei gladiatori! Gli spettacoli erano spesso finanziati dagli imperatori che si ingraziavano il popolo con giochi ed elargizioni di grano.

L’Anfiteatro Flavio fu così il simbolo della città imperiale, la manifestazione di un’ideologia che volle definire un modello sociale dove lo svago e il divertimento rappresentavano un elemento fondamentale del benessere sociale.

Foro Romano

Con una buona dose d’immaginazione, vediamo adesso gli antichi romani tutti presi dalle loro attività quotidiane mentre camminiamo tra le rovine archeologiche di quel sito che fu il polo politico, economico e religioso a Roma. Conosciuto come Forum Magnum, il Foro Romano era il cuore nevralgico non solo di Roma, ma di tutta la civiltà romana del tempo!

Foro Romano
Le rovine archeologiche del Foro Romano.

Nel corso dei secoli, il Foro Romano subì un imprevisto declino finché, quasi del tutto interrato, fu usato come pascolo bovino e divenne noto come Campo Vaccino.

Insieme al Colosseo e al Palatino, è una delle attrazioni turistiche di Roma più visitate al mondo.

Per maggiori informazioni sugli orari e sul prezzo del biglietto, visita il sito ufficiale: Foro Romano – Parco archeologico del Colosseo.

Cosa fare a Roma: Basilica di San Pietro

Principale luogo di culto del cattolicesimo, la Basilica di San Pietro in Città del Vaticano è considerata uno dei massimi capolavori d’architettura della storia. Edificata in piazza San Pietro, è stata ufficialmente riconosciuta come Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Cosa fare a Roma Basilica di San Pietro
La Basilica di San Pietro è il cuore spirituale della Cristianità.

Famosa per la sua grandezza, vedrai capolavori unici come la navata centrale con le decorazioni di Gian Lorenzo Bernini, la cupola o la Pietà di Michelangelo. Poco più che ventenne, Michelangelo Buonarroti realizzò una delle sculture più belle prodotte nel mondo, in grado di emozionarti al primo sguardo.

La Pietà di Michelangelo
La Pietà di Michelangelo è il primo capolavoro assoluto dell’artista.

Fontana di Trevi

Se stai programmando un viaggio e ti chiedi cosa fare a Roma, anche tu devi cimentarti nel lancio della monetina dentro la fontana, così da augurarti un futuro ritorno a Roma!

Fontana di Trevi
La Fontana di Trevi si “poggia” sulla facciata del Palazzo Poli.

La Fontana di Trevi è a mio avviso una delle attrazioni simbolo della città di Roma che esercita un fascino universale nell’immaginario collettivo. Protagonista di una delle scene più famose del cinema italiano, La Dolce Vita di Federico Fellini, in cui Sylvia (interpretata da Anita Ekberg) invita Marcello Rubini (interpretato da Marcello Mastroianni) a tuffarsi insieme a lei nella fontana.

Costruita tra il 1732 e il 1762, la Fontana di Trevi attira ogni anno milioni di turisti desiderosi di una fotografia, ma anche gli abitanti stessi di Roma.

Musei Vaticani e Cappella Sistina

Se vuoi scoprire la bellezza delle sculture greco-romane, gli affreschi dei grandi pittori italiani, le volte finemente decorate, ti consiglio di andare nei Musei Vaticani, sede di una straordinaria collezione d’arte.

Tra le opere più celebri che vedrai nei Musei Vaticani, vanno citati gli affreschi della Cappella Sistina di Michelangelo e gli affreschi delle Stanze di Raffaello. Vale la pena citare anche il gruppo scultoreo Laocoonte, la scultura che per prima fu collezionata dal museo.

Cappella Sistina Musei Vaticani
La volta della Cappella Sistina nei Musei Vaticani.

Se stai programmando una visita ai Musei Vaticani, c’è la possibilità di visitarli gratuitamente. Per sapere come, leggi Musei Vaticani Gratis 2024: Quando Andare E Cosa C’è Da Sapere.

Pantheon

Una delle attrazioni più belle che puoi visitare se ti chiedi cosa fare a Roma, è il Pantheon. Questo edificio colossale altro non è che un tempio, il cui nome significa “di tutti gli dei“.

Era un luogo di culto dedicato a tutte le divinità, la cui costruzione fu voluta da Marco Vipsanio Agrippa, anche se quello che vediamo oggi fu ricostruito dall’imperatore Adriano a seguito di due incendi che lo danneggiarono. Il Pantheon, famoso in Italia e nel resto del mondo, è ricordato per l’oculo, l’apertura di forma circolare collocata nell’apice della cupola dalla quale tutta la struttura è illuminata.

Pantheon
L’iscrizione presente sul frontone recita: «Marco Agrippa, figlio di Lucio, console per la terza volta, lo costruì».

La sua costruzione risale presumibilmente a poco meno di 2000 anni e rappresenta una delle più alte opere di architettura e ingegneria dell’epoca.

Cosa fare a Roma: Altare della Patria

Il Monumento nazionale a Vittorio Emanuele II, conosciuto come Altare della Patria, è una delle attrazioni migliori che vale la pena vedere a Roma. Situato in piazza Venezia, fu costruito a partire dal 1885. Il suo significato è legato al tentativo compiuto da Vittorio Emanuele II di Savoia di unificare lo Stato, durante il Risorgimento Italiano.

Cosa fare a Roma Altare della Patria
La Statua Equestre di Vittorio Emanuele II è posta al centro del monumento.

Castel Sant’Angelo

Anche se non in cima alla lista, Castel Sant’Angelo è una meravigliosa espressione della magnificenza di Roma. Pochi sanno che Castel Sant’Angelo, fu inizialmente edificato come Mausoleo per l’imperatore Adriano, intorno al 135 d.C., quando il reggente ordina all’architetto Decriano il progetto di un sepolcro monumentale per sé e la sua famiglia. Sarà poi luogo di eterno riposo anche per gli imperatori Marco Aurelio e Settimo Severo.

Castel Sant’Angelo
Le luci notturne illuminano Castel Sant’Angelo per un’atmosfera mozzafiato.

Vista la sua posizione strategica lungo la riva del fiume Tevere, presto fu assorbito come parte della cinta muraria della città. Lo abbiamo visto evolversi, passare da mausoleo a residenza papale, da caserma a prigione militare. Dal 1925, Castel Sant’Angelo divenne ufficialmente Museo Nazionale.

Piazza di Spagna

È una delle piazze più famose di Roma, Piazza di Spagna, celebre per la fontana della Barcaccia e la Scalinata di Trinità dei Monti. Deve il suo nome alla presenza dell’ambasciata spagnola, che ha sede al Palazzo di Spagna a partire dal 1622.

Piazza di Spagna
Piazza di Spagna è uno dei luoghi più esclusivi di Roma.

È adiacente a Via dei Condotti, la via principale del lusso di Roma, pervasa da boutique di alta moda e gioielleria, come Bulgari, Rolex, Dior, Gucci, Jimmy Choo e così via.

Così come la Fontana di Trevi, anche Piazza di Spagna appare in diversi film. La vediamo in “Il talento di Mr. Ripley” (1999), con protagonisti Matt Damon e Gwyneth Paltrow.

Se vi piace immergervi in un luogo gremito di vita cittadina, vi consiglio la visita a Piazza di Spagna.

Cosa fare a Roma: Circo Massimo

Così come il Colosseo, un altro luogo adibito al divertimento per il popolo era il Circo Massimo. Usato anticamente per le corse dei cavalli e per gli spettacoli pubblici legati alle feste religiose, doveva essere uno degli stadi più belli costruiti fino a quel tempo.

Il Circo Massimo dimostra ancora una volta una società evoluta, che soddisfa il bisogno di tempo libero, cultura e intrattenimento per i suoi abitanti.

Cosa fare a Roma Circo Massimo
Il Circo Massimo era usato principalmente per ospitare le corse equestri.

Il poeta Giovenale riferendosi ai romani scriverà “Panem et Circenses” – che significa letteralmente “Pane e Giochi” – in riferimento alle strategie politiche degli imperatori che elargendo grano e divertimento, si assicuravano il consenso popolare.

Suggerisco la possibilità, grazie alla realtà aumentata, di rivedere gli antichi fasti del Circo Massimo coi tuoi stessi occhi. Per saperne di più, leggi Circo Maximo Experience – La storia attraverso la realtà aumentata.

Cosa fare a Roma: Musei Capitolini

Quella dei Musei Capitolini, è un’altra collezione museale che dovresti prendere in considerazione se ti chiedi cosa fare a Roma. Offrendo una delle raccolte di opere d’arte più prestigiose del mondo, guarderai sculture di epoca classica, tele di grandi artisti e la famosa scultura di bronzo della Lupa Capitolina, il simbolo della città di Roma, raffigurata mentre allatta Romolo e Remo poco prima di essere trovati dal pastore Faustolo.

Cosa fare a Roma Musei Capitolini
I Musei Capitolini istituiti nel 1471, furono il museo pubblico più antico del mondo.

Villa Borghese

Al suo ingresso ti lascia senza fiato, perché Villa Borghese è un grande parco ricco di aree verdi nel cuore della città di Roma. È uno dei parchi più grandi della città, così per visitarlo puoi calcolare un paio di ore.

Durante la tua passeggiata, ti consiglio di visitare la Villa Borghese Pinciana e il Giardino del Lago, dove è eretto il Tempio di Esculapio.

Villa Borghese
Una foto della Villa Borghese Pinciana.

Il parco, in origine di proprietà della famiglia Borghese da cui deriva il nome, colleziona opere d’arte e sculture di grande pregio, custodite nel Museo Galleria Borghese, di Tiziano, Raffaello, Caravaggio e Canova e altri.

Cosa fare a Roma: Conclusione

Siamo giunti alla conclusione di questo articolo, in cui ho elencato le migliori attrazioni di Roma. Questa è la mia lista personale, pensata per chi ha pochi giorni a disposizione e desidera vedere le principali attrazioni della città. C’è chi dice che non basta una vita per vedere tutto ciò che Roma ha da offrire, e io sono d’accordo: ogni volta che ritorno, mi piace scoprire qualcosa di nuovo e magari un po’ fuori dai classici itinerari. Tuttavia, sono sicuro che questa lista sia perfetta per chi vuole visitare le attrazioni principali, riuscendo a sfruttare al meglio la tipica durata di un viaggio.

Quindi, se ti stai chiedendo cosa fare a Roma, ti consiglio di iniziare da questa lista e di personalizzarla in base ai tuoi desideri. Se hai qualche consiglio per i lettori del blog, scrivilo nei commenti: così potremo rendere questa guida sempre più completa!

Eleonora e Gianmarco

Eleonora e Gianmarco sono due giovani viaggiatori appassionati che hanno ideato e creato il blog dedicato al viaggio Find New Worlds. Grazie alla loro passione per l’esplorazione e la scoperta di nuove culture hanno creato una piattaforma online che offre consigli, guide e racconti di viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *